Lunedì 14 dicembre 2015 – presentazione

E subito apparve con l’angelo una moltitudine dell’esercito celeste, che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama». (Lc 2, 13-14)

Perché il Gloria ha sempre goduto, rispetto alle altre sezioni dell’Ordinarium Missae, di una rilevanza particolare dal punto di vista liturgico? E perché, anche musicalmente, ha beneficiato di una notevole emancipazione divenendo, in epoca romantica, il centro emotivo e musicale della Messa, oppure costituendo un’opera pienamente autonoma (Vivaldi docet, e ovviamente pure Poulenc..)? E’ possibile delineare alcuni caratteri generali che riescano ad avvicinare, in un lungo fil rouge, i Gloria che sono stati scritti negli ultimi tre secoli di musica?
Attraverso esempi musicali e multimediali, si proporrà un percorso introduttivo al Concerto di Natale 2015 della Corale Puccini, con una attenzione particolare ai compositori e alle opere presenti in programma.

SIMONE GUAITOLI, relatore

Simone Guaitoli

Simone Guaitoli

Simone Guaitoli. Nato nel 1979, nell’a.a. 2005-06 si laurea presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, corso di laurea D.A.M.S. indirizzo Musica, con la votazione di 110/110 e lode, con una tesi in Storia della Musica Moderna e Contemporanea. Nel novembre 2007 ha partecipato in qualità di relatore libero all’XI Colloquio di Musicologia organizzato a Bologna dalla rivista Il Saggiatore musicale, con la relazione Ambiguità costruttiva, logica formale e poetica del pezzo breve nelle “Fantasie op.116” di Brahms.
Ha scritto note introduttive e programmi di sala ad indirizzo musicologico per numerosi Enti, tra cui Accademia Filarmonica di Bologna, Gioventù Musicale d’Italia (sede di Modena), Ravenna Festival.
Nell’a.a. 2004-05 si diploma in pianoforte presso l’Istituto Musicale Pareggiato “O. Vecchi” di Modena con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida della prof.ssa Enza Iori, nella cui classe ha anche concluso una attività biennale di tirocinio. Si è esibito in duo pianistico a Trento nella sede dell’Accademia Filarmonica e a Bologna nella Sala Mozart dell’Accademia Filarmonica; in qualità di pianista accompagnatore a Vienna insieme alla classe di Canto Corale dell’Istituto “O. Vecchi” nell’ambito delle attività di scambio culturale organizzate dai Conservatori delle due città; a Modena al Teatro Comunale, in occasione delle iniziative programmate per la Settimana della Cultura, al Teatro Storchi e al Teatro delle Passioni; a Sassuolo al Teatro Carani.
Ha collaborato e collabora in qualità di pianista accompagnatore con alcune corali della provincia di Modena, quali la Corale Puccini di Sassuolo, la Corale “Mutinae Cantores” e il Coro folk San Lazzaro di Modena. Con tali complessi si è esibito in più occasioni in Italia e all’estero in sedi quali l’Auditorium Petxina e la Chiesa dei Domenicani di Valencia, la Chiesa della Mission Catholique Italienne e l’American Church di Parigi, la Chiesa Cattolica Rezsö Plat di Budapest, la Chiesa di St. Andrew’s and St. George’s West e il Pilrig Studio di Edimburgo (in occasione del festival Fringe), la Evangelisch-Lutherische Kirche St. Thomas di Augusta, la Chiesa Königin des Friedens di Monaco di Baviera, la Pfarrikirche Mülln di Salisburgo, la Chiesa di St. Joseph di Ginevra; Piazza Grande, il Duomo e il Palazzo Ducale di Modena, il Teatro Carani e il Duomo di Sassuolo, la Basilica Inferiore di S. Francesco ad Assisi, il Santuario della Madonna di Tirano (SO), l’abbazia di Chiaravalle della Colomba (PC), la Cattedrale di S. Pietro di Bologna, il Duomo di Orvieto, la Certosa di Pavia e la Sala Mahler di Dobbiaco (BZ). Si esibisce regolarmente in duo con il sassofonista Giorgio Mattei e con il pianista Alessandro Rinaldi.
Nel giugno 2007 ha ricevuto il premio “C. Campori” quale migliore allievo dell’Istituto “O. Vecchi” nell’a.a. 2004-05.
Dal 2012 collabora in qualità di Segretario Artistico con l’Associazione Amici della Musica di Modena.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>